Eboli, nella notte tra venerdì e sabato all'altezza tra Santa Cecilia e Ponte Barizzo una vettura è finita fuori strada, alla guida un giovane, Umberto Mirarchi di anni 18  figlio del vicesindaco di Albanella. L'impatto con il terreno è stato fatale per il diciottenne di Matinella. Il giovane,  come dettagliatamente riporta Stiletv (di seguito): al km86+100, poco prima del ponte sul fiume Sele, nei pressi della rivendita d’auto ‘Camperlingo’, è finito fuori strada ribaltandosi con la sua Lancia Ypsilon: la vettura, per cause ancora da accertare, dopo aver sfondato il guardrail della carreggiata, in direzione Ponte Barizzo, si è schiantata contro un muro di recinzione a ridosso di un canale irriguo. Umberto stava rientrando da Battipaglia, dove aveva trascorso una serata in compagnia degli amici di sempre, decidendo poi di rientrare prima a casa. Per tirarlo fuori dalle lamiere, tranciando la cappotta dell’abitacolo dal lato del conducente, si è reso necessario l’intervento dei vigili del fuoco del distaccamento di Eboli, diretti dal caposquadra Luigi Pagano, tempestivamente intervenuti sul posto unitamente ai carabinieri della Stazione di Santa Cecilia, diretti dal m.llo Giovanni Trotta. I militari della Compagnia di Eboli, agl’ordini del ten. Luca Geminale, hanno subito informato l’autorità giudiziaria. Allertati dalla centrale operativa del 118 di Vallo della Lucania, sul posto sono giunte l’unità rianimativa della Croce Azzurra di Licinella e l’ambulanza medicalizzata dell’Asi di Piazza Santini, le cui equipe hanno tentato di tutto per rianimare il ragazzo,per il quale, purtroppo, non c’è stato nulla da fare: il 18enne è deceduto sul colpo a seguito del violento impatto nel tragico sinistro, nonostante l’apertura dell’airbag. Umberto era da solo in macchina: strazianti le urla di dolore dei familiari e degli amici, accorsi sul luogo della tragedia, che hanno squarciato il buio della notte. Lascia la mamma Lina, le sorella Maria, Fabiola e papà Pasquale, molto noto nella cittadina albanellese per il suo ruolo politico amministrativo: si trovava a Roma per motivi di lavoro, ed è rientrato nel cuore della notte in preda alla disperazione. Il suo Umberto, unico figlio maschio, era quasi arrivato a casa, nella frazione Matinella, ma a pochi chilometri dai suoi cari, una tragica fatalità lo ha stroncato nel fiore degli anni, gettando nel dolore e nello sconforto l’intera comunità di Albanella. Link per videogiornale